CICLISMO – Vince Nibali e stacca tutti. Il Tour de France è suo!

FRANCIA – C’era una volta Eddy Merckx, il “cannibale”. C’è oggi Vincenzo Nibali da Messina, ribattezzato “can-Nibali” da tifosi ed appassionati.

L’impresa di oggi è quella da regalare agli annali di questo sport, sempre sospeso tra agonismo e leggenda. Sulle vette del Tourmalet e di Hautacam, che ai cronisti sembrano ostiche persino in sella ad una moto o sul sedile di un’auto, Nibali ha tessuto le trame di un’impresa storica, andando a sfilare come perle di collana, ad uno ad uno, tutti i comprimari di questa kermesse in giallo che ha sempre più il suo profilo.

Degno epigono di Coppi, di Bartali, di Magni, di Gimondi e del compianto pirata Pantani, Vincenzo – pur dall’alto di un vantaggio quasi incolmabile – ha voluto imprimere il sigillo del padrone sulla Grande Boucle.

Alla vigilia della crono finale ha sette minuti e dieci secondi di vantaggio sul secondo classificato, numeri che testimoniano fedelmente la legittimità di un risultato magnifico, e mettono a tacere ogni e qualsiasi dietrologia sulla forzata assenza di due avversari come Froome e Contador, che Nibali aveva già ampiamente ridimensionato nelle primissime giornate di questa manifestazione.
Allez Nibali!