News Sport | Bebe Vio ci racconta il Festival della Cultura Paralimpica

da | 27 Nov 2018

ROMA – Il Festival della Cultura Paralimpica, tramite il racconto di alcuni protagonisti come Bebe Vio, ha celebrato lo sport dei ragazzi disabili in una tre giorni ricca di passioni.
Lanciati messaggi pro-vita che hanno dato una speranza a tutti coloro che si trovano a convivere con un handicap. 

Tra le tante voci è emersa quella di Bebe Vio, la campionessa azzurra di scherma, è salita sul palco e ha risposto con il sorriso alle varie domande. A un pubblico emozionato che non ha mai smesso di ascoltarla, fatto anche di tanti ragazzi delle scuole, Bebe ha voluto ribadire: “non bisogna aspettare un incidente per godere dei benefici di uno Sport che possa valorizzare la propria vita“.
Il pericolo in cui ci si può imbattere è quello di farsi oscurare dalla malattia e chiudersi in una solitudine che renda asociali. Bebe Vio ha tenuto a tal proposito a precisare che: “reagire in questi casi, è la sfida più difficile, bisogna tirare fuori una grande personalità“.

Tra il pubblico anche molti ragazzi delle scuole, alcuni di loro erano concordi nel sostenere l’ottimo lavoro di sensibilizzazione che gli atleti disabili fanno portando in giro per l’Italia e nel mondo la loro esperienza. Il loro entusiasmo e la loro voglia di vivere è senza altro un grande esempio da seguire.