CALCIO – Ritratto di federico Barba, giovane talento dell’AS Roma, oggi al grosseto. Ha iniziato la sua carriera alla Scuola calcio Totti.

ROMA – Piccoli talenti crescono, fino a diventare campioni del domani. Dal settore giovanile nascono i calciatori del domani, è proprio dalla scuola calcio che si intravede la prospettiva di arrivare in serie A. Così Federico Barba, già esordiente in nazionale giovanile e punto fermo del Grosseto, è un difensore che prima di andare alla Roma ha cominciato a tirare i primi calci al pallone alla Totti Soccer School, nella società della Longarina. Al giovane, classe 93, è andato il premio “La Giovane Italia – I Talenti del Futuro”, ovvero gli “Oscar Nazionali del Calcio Giovanile”. La cerimonia si è svolta a Santa Maria di Leuca, in Puglia. L?assegnazione dei premi si è svolta sulla base di preferenze indicate dalle stesse società di Serie A e B, così a esser premiati sono stati i migliori calciatori italiani divisi per ruolo per le leve dei ragazzi nati dal ’93 al ’97. Tra gli altri giocatori romani Antonio Rozzi (attaccante Lazio), Alessio Romagnoli (difensore Roma) del 95. Premio Alex Ferguson: Alberto De Rossi (Roma, per i suoi 19 anni nel Settore Giovanile giallorosso).

È curioso vedere i ragazzi che al momento hanno le migliori probabilità di diventare giocatori utili per la Serie A. Poi quanti effettivamente ce la faranno, quanti si dimostreranno dei fuochi di paglia e quanti dei reali campioni, lo dirà solo il tempo, è il motto del premio.