Ricette della Cucina Romana - Bignè di San Giuseppe

RICETTE ROMANESCHE – Oggi presentiamo una ricetta a base di Bignè. I Bignè di san Giuseppe ovvero I Biggnè de Sa Giuseppe.

ROMA – Er Trionfale cià pe’ protettore San Giuseppe, chiamato frittellaro, perchè ner giorno de la festa sua le strade s’ariempiono de bancarelle che te sforneno biggnè a stufà.

Pe’ servitte ‘na decina de persone se pija ‘n bicchiere d’acqua co’ 50 gr de buro, ‘n pizzico de sale e se fa scallà. Ammalapena l’acqua bolle se ce butteno drento 100 gr de farina e se mescola sempre fino a che nun coce.

Ce vonno 5 minuti bboni. Poi se fa raffreddà la pasta e quinni ce se metteno, piano piano, 2 ova sbattute e 3 o 4 cucchiari de zucchero. Ner frattanto se deve da scardà l’ojo drento ‘na padella e prima che s’ariscardi troppo se ‘ncomincia a frigge l’impasto, in misura de ‘n cucchiaro piccoletto pe’ vorta, Nun s’hanno da frigge ‘n troppi e l’ojo nun deve mai esse troppo sbollentato.

A completà l’opera se fa ‘na crema (come quella de la zuppa ‘ngrese) e s’assiringa drento er biggnè co’ lo zucchero de vanija, che è la morte sua.

Mo’ magnate puro, co’ l’accortezza de nun magnanne troppi… le conseguenze se ponno capì!

Scrivici se hai una ricetta della cucina romanesca che vuoi pubblicare